Fatti&Storie

Papa, svolta su unioni gay con giallo su traduzione

Vaticano

VATICANO «Gli omosessuali hanno diritto a vivere in una famiglia, sono figli di Dio, hanno diritto a una famiglia. Nessuno può essere cacciato da una famiglia, né gli si può rendere la vita impossibile per questo motivo. Quel che si deve fare è una legge sulla convivenza civile: hanno diritto ad una copertura legale». Questa la traduzione in delle parole di Papa Francesco, da un’intervista in spagnolo contenuta nel documentario presentato alla Festa del Cinema di Roma, che hanno fatto gridare ad un radicale cambiamento di linea del Vaticano con Papa Francesco che «chiede le unioni civili per le coppie gay», come ha titolato la Catholic News Agency. Ma secondo altre fonti la svolta sarebbe un equivoco di traduzione. In spagnolo “ley de convivencia civil” ha una sfumatura diversa dalla frase “civil union law” in inglese usata nei sottotitoli del documentario del regista russo Evgeny Afineevsky. Bergoglio farebbe dunque riferimento alle famiglie di provenienza, auspicando unicamente una «attenzione pastorale» verso le coppie gay.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie