Fatti&Storie

Virus, ipotesi piazze a "numero chiuso"

ROMA CORONAVIRUS

ROMA Piazze transennate e “corridoi” per agevolare il deflusso delle persone davanti ai locali. Sono le ipotesi messe in campo ieri, nel corso del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza presieduto dal prefetto Matteo Piantedosi, per fronteggiare l’ondata di contagi daCoronavirus. Il provvedimento allo studio ricalca in gran parte le misure già adottate,  con la Polizia Locale che delimita le aree dove si verificano concentrazioni di persone e ne gestisce la capienza. Al tavolo, in video conferenza, hanno preso parte i vertici delle forze dell’ordine, la sindaca Virginia Raggi e la Polizia locale.

Sarà il Comitato a gestire le misure che verranno prese in base all’ultimo Dpcm del governo con ordinanze del sindaco per dare corpo ai singoli provvedimenti. Oggi è in programma un tavolo tecnico per individuare le piazze interessate dalle possibili chiusure parziali. Intanto i nuovi casi registrati ieri ammontano 1.224 in tutta la Regione, 625 dei quali a Roma. Nel viterbese è sotto osservazione un nuovo focolaio, all’interno di un convento di cappuccini, con 12 contagi.

In queste ore la Regione sta aumentando i posti letto dedicati alle cure del virus: sono 1.035 in più, che vanno ad aggiungersi ai 1.483 attuali, per un totale di 2.518, comprese le 503 terapie intensive e sub intensive, operative in tutto il Lazio.      

Articoli Correlati
Fatti&Storie