Fatti&Storie

Stazione spaziale spostata per evitare dei detriti

Spazio

USA La Stazione spaziale internazionale ha effettuato una manovra correttiva «per evitare la collisione con alcuni detriti». Lo ha reso noto la Nasa, sollecitando una «migliore gestione» degli oggetti abbandonati nell’orbita terrestre. I controllori di volo russi e statunitensi hanno lavorato insieme in un’operazione durata due minuti e mezzo per regolare l’orbita della stazione. I detriti sono passati così a circa 1,4 chilometri dalla Iss. I tre membri dell’equipaggio - due russi e un americano - si sono spostati vicino alla navicella Soyuz in modo da poter lasciare la Stazione spaziale in caso di necessità.

Resti di un razzo giapponese

La Nasa parla di una precauzione presa «per un eccesso di cautela». Da inizio anno è la terza volta che viene effettuata una manovra correttiva. In quest’ultimo caso il minaccioso rottame era parte di un razzo giapponese che nel 2019 si è disintegrato in 77 pezzi diversi. La Iss orbita a circa 420 km sopra la Terra, ad una velocità di oltre 27 mila km/h. Anche un piccolo oggetto può danneggiare seriamente alcuni degli elementi vitali.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie