Fatti&Storie

La Nato su Navalny: Russia deve fare chiarezza

nervino

ROMA «Abbiamo discusso dell'attacco a Alexei Navalny, avvelenato con l'uso di un agente militare nervino. L'uso di tali armi è orribile e tutti gli alleati si sono uniti nel condannare questo attacco. Ogni uso di armi chimiche è inaccettabile ed è contrario alle norme internazionali». Queste le parole del segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, al termine del Consiglio Nord Atlantico. «La Russia ha serie domande a cui rispondere - ha aggiunto Stoltenberg - e il governo russo deve cooperare con l'organizzazione per la proibizione delle armi chimiche con una inchiesta internazionale e imparziale. Mosca deve rivelare in maniera totale il programma Novichok all'Opac».

METRO

Fatti&Storie