Nel 2021 resta a 67 anni l'età fissata per la pensione

  • Pensioni

Resta fissata a 67 anni l'età di accesso alla pensione di vecchiaia nel 2021. E' quanto stabilisce un decreto del ministero dell'Economia pubblicato sulla gazzetta Ufficiale. "A decorrere dal 1° gennaio 2021, i requisiti di accesso ai trattamenti pensionistici non sono ulteriormente incrementati", stabilisce il provvedimento.

Istat.  In particolare, via XX settembre ha preso atto della nota del presidente dell'Istat che comunica l'aumento della speranza di vita a  65 anni, "pari a 0,021 decimi di anni". Il dato, spiega il decreto, "trasformato in dodicesimi di anno, equivale a una variazione di 0,025 che, a sua volta arrotondato in mesi, corrisponde a una variazione pari a 0".

Articoli Correlati

La Grecia nuovo Eldoradoper pensionati in fuga da tasse

Atene vara un regime fiscale agevolato con tassazione fissa al 7 per cento

Pensioni per i giovani l’impegno del governo

Incontro positivo fra sindacati e ministro del Lavoro per costruire una pensione minima per i giovani

Inps, la "bomba" conti:in 20 anni raddoppio di spesa

Fondo pensioni lavoratori dipendenti: oggi spesa di 143 miliardi, nel 2039 previsione a 297