Sport

Poker della Fiorentina quarto posto agganciato

Gol e spettacolo ieri sera al “Franchi” nel primo dei due posticipi del lunedì della 14esima giornata di campionato. La Fiorentina batte il Verona per 4-3 al termine di un incontro intenso e ricco di occasioni e aggancia l’Inter al quarto posto in classifica con 27 punti; i veneti, che non hanno mai mollato, riaprendo nella ripresa una partita che sembrava chiusa, restano sesti a quota 22. L’incontro è vibrante e, dopo 5’, i viola passano in vantaggio con una conclusione dal limite di Borja Valero. Nemmeno il tempo per festeggiare che il Verona trova il pari al 6’ con Romulo, che fa passare la palla tra le gambe di Neto e poi, da ex, non esulta. Al 12’ Ambrosini sfiora il bersaglio di testa ma è il Verona a passare al 13’ con un gran sinistro di Iturbe. Viola subito sul 2-2 con la doppietta di Borja Valero al 14’, il match resta scoppiettante e al 35’ Rafael rischia grosso nel rinviare sulla schiena di Rossi. Prima dell’intervallo i toscani tornano in vantaggio con un sinistro dal vertice di Vargas che trova Rafael impreparato. Nella ripresa, dopo 8’, Jankovic toglie con una mano, in area, il pallone a Tomovic: Doveri lo espelle e decreta il rigore, Rossi è preciso e sigla, con il suo 12esimo gol in campionato, il 4-2. Toni prova a reagire, la Fiorentina si fa pericolosa con Rodriguez, Rossi e Cuadrado ma sono gli scaligeri, con un rasoterra micidiale di Jorginho, a riaprire al 27’ il match con il gol del 4-3. È una bella Fiorentina. Dichiarazione d’amore alla Viola del sindaco Renzi, infine, ieri sera alla trasmissione “Tiki taka”: «il mio attaccamento alla  Fiorentina è viscerale, la Viola è un pezzo di cuore».

Sport