Sport

Under 21 ko con la Serbia Un cammino in salita

Calcio. In una gara valida per la quinta giornata del Girone 9 di qualificazione alla fase finale dell’Europeo U 21, l’Italia del ct Di Biagio (nella foto Lapresse) esce sconfitta dallo stadio Metalac di Gornji Milanovac, battuta per 1-0 dalla Serbia. Buon inizio degli azzurrini, che al 19’ si fanno vedere con un sinistro di Viviani e, soprattutto, al 20’ con Rozzi, che supera con un lob Dmitrovic trovando però Spajic appostato quasi sulla linea. Al 60’ il gol vittoria dei serbi: cross morbido di Causic in area, Mitrovic non ci arriva ma il suo movimento spiazza Bardi, che si fa superare dal pallone. Gli azzurrini hanno giocato con il lutto al braccio in memoria delle vittime dell’alluvione che ha colpito la Sardegna.
"Dovevamo giocare meglio, sapevamo cosa ci aspettava. Ci abbiamo provato fino all’ultimo in maniera disordinata, dovevamo restare tranquilli per fare qualcosa di più". E’ il commento del ct Luigi Di Biagio. "Non posso rimproverare ai ragazzi l’impegno. Potevamo pareggiare, ma è vero che loro hanno giocato meglio", spiega il tecnico ai microfoni di Raisport. "La qualificazione è sempre stata in salita, ma guardiamo avanti. La strada - conclude - è lunga e percorribile".

Sport