Sport

Tennis Coppa Davis ai Cechi per la seconda volta di fila

Radek Stepanek non tradisce e consegna alla Repubblica Ceca la seconda Coppa Davis consecutiva. Nell'ultimo e decisivo singolare della finale con la Serbia, sul cemento indoor della Belgrade Arena, il quasi 35enne tennista ceco non trova resistenza in Dusan Lajovic, trionfando con in tre set con il punteggio di 6-3 6-1 6-1, in un'ora e 52 minuti di gioco.
In precedenza Novak Djokovic aveva riportato momentaneamente in parita' la Serbia superando in tre set Tomas Berdych sul cemento indoor della Belgrade Arena: 6-4 7-6(5) 6-2 in due ore e 45 minuti il punteggio in favore del numero due del mondo. Troppo acerbo Lajovic per poter mettere in difficolta' l'esperto Stepanek: il ceco diventa dunque nuovamente l'eroe tennistico di una nazione, come gia' fece lo scorso anno conquistando a Praga il punto del 3-2 contro lo spagnolo Nicolas Almagro. Anche tre anni fa, quando vinsero la loro prima Davis contro la Francia, i serbi persero il doppio andando sotto 2-1. Questa volta, pero', non c'era Viktor Troicki, il gregario di qualita' che assicuro' il quinto punto alla Serbia battendo Michael Llodra. E non c'era neppure Janko Tipsarevic, che ha dovuto rinunciare per infortunio. E probabilmente e' stata sbagliata la scelta della superficie: per mettere in difficolta' Stepanek forse sarebbe stato meglio optare per la terra rossa indoor, anche se Djokovic veniva dal successo al Masters di Londra dove si giocava sul veloce. Anche se la versione ufficiale è che sia stato lo stesso Nole ad insistere per il cemento.

Sport