News

Le violenze a Bolzaneto furono sistematiche

Furono “vessazioni” “continue e diffuse in tutta la struttura” quelle a cui vennero sottoposti i no-global reclusi nella caserma di Bolzaneto nei giorni successivi al G8 di Genova del 2001. Lo sottolinea la quinta sezione della Cassazione, nelle motivazioni della sentenza con cui confermò la responsabilità di gran parte degli imputati - poliziotti, carabinieri, agenti e medici penitenziari, già sostenuta dalla Corte d'appello. «Cibo e acqua» furono negat" ai reclusi nella caserma di Bolzaneto nei giorni successivi al G8 di Genova del 2001. Lo mette nero su bianco la Cassazione, nelle motivazioni della sentenza emessa lo scorso giugno, con cui dichiaro' prescritti i reati contestati alla maggior parte degli imputati - 44 tra agenti e medici della penitenziaria, poliziotti e carabinieri - rese definitive 7 condanne e pronunciò 4 assoluzioni. A «diversi detenuti» venne anche imposto di «orinarsi addosso per essere loro vietato l'accesso al bagno»
(Metro)

News