News

Gli atenei italiani scalno le classifiche

Roma. Il 188° posto in una classifica mondiale è una buona notizia. Sì perchè a conquistare faticosamente la postazione sono le nostre università, che provengono da una serie di stagioni di tagli e difficoltà. A consacrarle è il QS World University Rankings, che classifica le top 800 università su una analisi che ne comprende 3.000. Nelle prime tre posizioni troviamo sempre il Massachusetts Institute of Technology (Mit) che si conferma la migliore, superando anche quest'anno Harvard e Cambridge.
A distinguersi nella formazione accademica italiana sono invece l'Università di Bologna, Roma Sapienza, Politecnico di Milano, università degli Studi di Milano e quella di Pisa. Nelle classifiche divise per facoltà la Bocconi ha guadagnato 17 posizioni rispetto all’anno scorso tra gli atenei in social sciences and management, collocandosi al 29mo posto nel mondo. In Europa è nona.
Nella classifica generale dell’Employer reputation, basata sulla valutazione dei laureati da parte di recruiter, la Bocconi si è classificata 19ma. Ventisei le università incluse nella classifica delle 800 migliori del mondo, con 4 new entry: Milano Bicocca, Roma Tre, l’Università di Brescia e Verona.
Undici delle migliori al mondo sono statunitensi ma il dominio americano è stato ridimensionato dalla crisi del 2008. Delle 83 università Usa presenti tra le top 400, 64 sono scese rispetto al 2007
(Metro)

News