News

Province e Comuni Sbloccati 65 milioni

Boccata d'ossigeno per i comuni e le province piemontesi. La Regione ha sbloccato 65 milioni  al fine di consentire alle amministrazioni più virtuose di poter investire nei servizi e accelerare i tempi di pagamento alle imprese. Il meccanismo è quello consolidato: la Regione cede spazi finanziari agli enti locali, riducendo il relativo obiettivo di patto, ricevendo in cambio dallo Stato risorse cash. Per ogni euro ceduto agli enti locali da Roma arriveranno 0,83 centesimi.
«Un provvedimento di cruciale importanza per la qualità della vita nei nostri territori - commenta il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota - che rende merito a chi ha saputo ben amministrare e si propone di farlo anche nel futuro. Le risorse che ripartiamo a Comuni e Province piemontesi potranno consentire lo sblocco delle opere essenziali nei vari territori di riferimento, il potenziamento dei servizi ai cittadini e una boccata d'ossigeno alle imprese che sono creditrici nei confronti degli enti locali. Stimiamo di poter mobilitare con questa misura investimenti per circa 250 milioni di euro».
Il patto di stabilità regionale vale complessivamente lo sblocco di 65 milioni e 868 mila euro , di cui 49 milioni e 400 mila ai Comuni e 16 milioni e 460 mila alle Province.
(Rebecca Anversa)

News