News

IL MATRIMONIO DURA QUINDICI ANNI

Roma. Separazioni e divorzi sostanzialmente stabili nei numeri, ma in continua crescita percentuale rispetto ai matrimoni celebrati. Un quadro che conferma l'aumento dell’instabilità coniugale: la durata media di un matrimonio si attesta infatti tra i 15 e i 18 anni. Le crisi coniugali colpiscono poi prevalentemente i quarantenni, con titoli di studio elevati, e geograficamente interessano di più il Nord rispetto al Sud. È  il quadro, riferito all’anno 2011, fornito dall’Istat.
L'età media alla separazione è di 46 anni
In base ai dati del Report, nel 2011 le separazioni sono state 88.797 e i divorzi 53.806, sostanzialmente stabili rispetto all’anno precedente (+0,7% per le separazioni e -0,7% per i divorzi). Ma i tassi di separazione e di divorzio totale sono in continua crescita. Nel 1995 per ogni 1.000 matrimoni si contavano 158 separazioni e 80 divorzi, nel 2011 si arriva a 311 separazioni e 182 divorzi. La durata media del matrimonio al momento dell’iscrizione a ruolo del procedimento risulta pari a 15 anni per le separazioni e a 18 anni peri divorzi. L’età media alla separazione è di circa 46 anni per i mariti e di 43 per le mogli. Sempre più coppie che decidono di  separarsi scelgono di farlo consensualmente (nel 2011 l’84,8% delle separazioni e il 69,4% dei divorzi). Undato nuovo è quello che riguarda le coppie miste: la tendenza ai divorzi è in crescita, +78 per cento dal 200 ad oggi.
 
(Metro)

News