Spettacoli

Fra incontri e teatro arriva il Fringe Festival

Festival. Come modello ha il “Fringe Festival di Edimburgo” dove realtà affermate del teatro convivono con le realtà emergenti. È il “Torino Fringe Festival” che debutta con la sua prima edizione in città, dal 3 al 13 maggio, impegnando ben sette spazi, dal Caffè del Progresso al Cechi Point, dal Circolo Oltrepo alla Zona Teatro di San Pietro in Vincili, dal Circolo Rainbow allo Spazio Ferramenta fino al Magazzino sul Po con più di 50 compagnie provenienti da tutta Italia ed Europa.Gli spazi saranno gestiti dalle Compagnie del territorio torinese con incontri, seminari e colazioni tenute dagli operatori e dai programmatori presenti. Ma anche con spettacoli in strada, fatti nelle piazze, nelle vie, nei parchi, nei cortili con artisti incredibili poliedrici.
Ad aprire sarà il 3 maggio, dalle 19 in poi, una festa in piazza Castello come preparazione psico-fisica per gli attori e gli spettatori del festival, seguita dalle 21, al Noveau Cafè Procoe di via Juvarra 15 con un appuntamento, ad ingresso gratuito, con trailer dal vivo degli spettacoli. Da segnalare, tra le performance, “Il Ginodramma” di e con Carolina Koury con protagonista, dal 4 al 12 maggio, al Caffè del Progresso un pupazzo di mezza età, Gino Knauss, che si ritrova senza lavoro con una vita da reinventare, e “Lupi”, dal 4 al 7 maggio, sempre al Caffè, con Emanuele Esposito e Antonio Nicastro, danzatori che animeranno lo spazio con azioni studiate dal comportamento animale, di lotta e di combattimento. Ma in scena andranno anche “Inside-Out” dei Quinta Tinta, dal 4 al 7 maggio, al Cecchi Point e “Ballata sul mare salato” di Sarah Silke Tasca e Andrea Mineo, quest’ultimo anche protagonista (Info: www.tofringe.it).
(Antonio Garbisa)

Spettacoli