Fatti&Storie

Bimba cieca a scuola Intercede Profumo

Troppi alunni e la scuola rifiuta l'iscrizione alla prima media a una ragazzina non vedente. Succede in Val di Susa a una ragazzina di San Didero a cui è stata rifiutata l'iscrizione alla prima media nella scuola di riferimento per territorio, a Borgone di Susa. C'è voluto l'intervento del ministro dell'Istruzione Francesco Profumo per sbloccare la situazione.
La famiglia aveva scritto al Provveditorato di Torino senza ricevere risposte. «La presa di posizione della scuola media di Borgone era gravissima - ha detto Marco Bongi, presidente A.P.R.I.-onlus - poiche per legge nessuna scuola può rifiutare, neppure per motivi tecnico-logistici, l'iscrizione di un alunno disabile». «Ora che mia figlia è stata accolta, come suo diritto, nella scuola media di Borgone - ha sottolineato la mamma - ora potrà anche raggiungerla da sola, utilizzando, come tutti gli altri studenti, il servizio di scuolabus». Il ministro ha spiegato in una telefonata alla mamma che il rpovveditorato seguiva la vicenda da tempo, e che in una comunità scolastica ampia possono verificarsi cortocircuiti di questo tipo, per quanto disdicevoli.
Il ministro ha fatto gli in bocca al lupo alla giovanissima alunna, regolarmente iscritta alla scuola.
(Rebecca Anversa)

Fatti&Storie