Fatti&Storie

Unioni civili le prime 18 marted

Nel primo giorno di prenotazione per la registrazione delle unioni civili 46 coppie (31 etero e 15 gay) si sono iscritte e da martedì 18 le prime 18 (4 gay) si registreranno  in via Larga, fra loro  l’ex consigliere Paolo Hutter. Molte di più telefonate (150) e email (57)   ma solo 46 sono in lista:  altri non avevano i requisiti,  come la coabitazione o la residenza di entrambi a Milano.
I requisitiPer ottenere la registrazione dell'Unione civile bisogna essere maggiorenni, di sesso diverso o del medesimo, di qualsiasi nazionalità, purchè residenti e conviventi (quindi appaiono già nel  medesimo certificato di Stato famiglia) a Milano e, soprattutto, legate da vincolo affettivo.  Agli iscritti  viene consegnato «senza particolari cerimonie» specifica il Comune (ma a nessuno è vietato festeggiare fuori)   un attestato che costa 15,14 euro cui vanno aggiunti altri 14 euro per bolli e segreteria.Nessun membro della coppia deve essere sposato, né avere legami di parentela, tutela, adozione, affiliazione con l'altro.Via libera ai separati, se la separazione è sull'atto di matrimonio.
Come prendere  appuntamentoSi può prendere appuntamento e informazioni ai numeri  02.884.62270 - 02.884.62273 - 02.88462274, o via mail (RegistroUnioniCivili@comune.milano.it) ed è sufficiente presentarsi con un documento di identità.
 
(Metro)

Fatti&Storie