Fatti&Storie

KILLER A MILANO SPARI A COPPIA CON BIMBA

«Ho visto la donna a terra con il sangue sul petto e sul collo. Un poliziotto ha preso la bimba e me l’ha data da tenere in braccio, l’ho tenuta pochi minuti e gliel’ho riconsegnata».
Una scena da incubo ieri sera poco dopo le 20 in via Muratori, in piena zona di ristoranti e locali, per decine di passanti. Fra loro anche una coppia che passeggiava con la loro bimba in braccio. All’altezza del civico 6  una gragnuola di colpi e i tre crollano a terra. Uno dei due killer, a bordo di uno scooter e con caschi integrali, è sceso dallo scooter per sparare ai due in testa. A terra, ucciso, un imprenditore incensurato di 43 anni, Massimiliano Spelta. La donna,  originaria di Santo Domingo, è apparsa subito gravissima ed è morta al Policlinico. La piccola, di circa un anno, sarebbe rimasta illesa,   sfiorata dai  7/8 colpi sentiti dai numerosi testimoni. La madre   sarebbe stata giustiziata con un colpo alla nuca mentre fuggiva con la figlia in braccio, per proteggerla. La bimba ha riportato un trauma facciale per la caduta; è  ricoverata per accertamenti alla  De Marchi.
Immediatamente dopo l’agguato una folla si è assiepata nella strada, qualcuno ha scattato foto e le ha twittate.
Testimoni  sentiti subitoSono oltre 15 le persone che  hanno assistito all’agguato.   La prima telefonata, partita da un cellulare, ha fatto  scattare il 118, poi almeno altre 15 chiamate  sono arrivate al numero di pronto intervento per segnalare quanto  accaduto all’altezza del civico 6.
(Simona Mantovanini)

Fatti&Storie