Fatti&Storie

Panino anti ndrangheta Riapre il chiosco in via Celoria

La polizia locale presidierà il suo chiosco in via Celoria 16, bruciato nella notte fra il 17 e il 18 luglio scorsi, che riapre  lunedì:  per l’occasione  gli studenti di Fisica e le associazioni antimafia milanesi (Milano Democratica contro le mafie, Libera Milano, Stampoantimafioso.it, Associazione Saveria Antiochia Omicron) hanno organizzato un ritrovo alle 13.30 per festeggiare la riapertura del punto vendita  di Loreno Tetti,  “paninaro” che ha «denunciato e confermato le minacce del racket Flachi ai danni dei furgoncini bar anche davanti alla  VII sezione penale del Tribunale», al processo contro i clan, insieme a un unico altro paninaro, riparato in Francia: «In molti non hanno confermato nulla, nemmeno le proprie dichiarazioni fatte a suo tempo da chi veniva sistematicamente estorto e minacciato» spiegano gli studenti. Tetti invece sì e il suo chiosco bar è bruciato.   
(Simona Mantovanini)

Fatti&Storie