Sport

Ibra futuro in dubbio e Galliani lo coccola

«C’era il progetto di un grande Milan, ora mi dicano loro cosa vogliono fare»: è il solito Ibrahimovic quello che sfoga la propria amarezza al giornale svedese Afton Bladet. «Non mi piace non vincere»: nonostante il record dei 35 gol stagionali, Ibra chiude deluso l’annata e spera di rifarsi agli Europei con la Svezia. «Lo consolerò»: dice Galliani che poi precisa: «Spiace per lo scudetto, ma siamo arrivati secondi e nei due anni di Allegri abbiamo fatto più punti di tutti». Poi tiuona: «Thiago e Ibra non si muovono». La conferma di Allegri viene nuovamente ribadita da Berlusconi che poi dice: «Complimenti alla Juve, ma lo scudetto lo abbiamo buttato via noi». Oggi inizia in via Turati la processione per rinnovi di contratto e addii. Gli unici sicuri di firmare per un altro anno sono Ambrosini e Gattuso. Probabilmente anche Nesta, tentato dagli USA. Domenica alle 15 contro il Novara preparano invece l’ultimo saluto a S. Siro mostri sacri come Seedorf e Inzaghi, oltre ai vari Van Bommel, Robinho (Ds Santos: «È vero, ci interessa”), Zambrotta, Aquilani, Flamini e Merkel». (C.R.)

Sport