Sport

L Inter cade a Parma e la Coppa si allontana

Cade per la prima volta l'Inter di Stramaccioni, a Parma per 3-1. Per i nerazzurri, molti errori e poca sostanza. E l'obiettivo Champions che diventa una chimera. Per gli emiliani, invece, quinta vittoria di fila, 50 punti e ottavo posto dietro la Roma. Stramaccioni schiera di nuovo il 4-3-2-1, con due variazioni rispetto alla gara con il Cesena: Milito e Samuel. Il Parma deve fare a meno di Floccari. Al suo posto c'è Marques.  L'Inter va in rete dopo appena 13' minuti: Alvarez serve Stankovic che crossa, Sneijder insacca. La posizione dell'olandese è però apparsa dubbia per sospetto offside. La reazione del Parma è in un paio di occasioni di Giovinco. Faraoni sostituisce Nagatomo, infortunato.  L'Inter fa gioco ma sbaglia in fase di costruzione. E il Parma lo castiga due volte in due minuti: al 53' con Marques che realizza su assist di Giovinco e al 55' con Giovinco su lancio di Galloppa. Stramaccioni muove le carte: fuori Stankovic (che esce innervosito), dentro Zarate e poi Pazzini per Alvarez. Non cambia nulla.  E all'83' arriva il 3-1 firmato Biabiany. Fine dei giochi. Fine dei sogni.  L'Inter è stata al terzo posto per 53' minuti, poi è precipitata al sesto. Lontana dalla Champions. (Metro)

Sport