Sport

Cassano torna al gol e il Milan resta in scia

Cassano, Gattuso, Boateng… Il rotondo 4 a 1 di Siena che tiene il Milan nella scia della Juventus è la vittoria dei rimpianti. «Se non avessimo avuto tutti quegli infortuni…»: dice Allegri nel dopopartita. E in effetti con quei tre è tutto un altro Milan, e manca ancora Thiago Silva che rientrerà mercoledì contro l’Atalanta. «Non avrei dovuto rischiarlo contro Juve e Roma»: ammette Allegri a un mese di distanza. In coppia con il redivivo Cassano (90 minuti ad alto livello sono un messaggio anche per Prandelli), appare trasformato anche Ibrahimovic. 3 gol su 4 sono prodotto della premiata ditta Ibra-Cassano. Apre le danze il barese che sfrutta un errore di Brkcic. Lo svedese, 33 gol stagionali, chiude la partita due volte: nel primo tempo e poi nel secondo dopo che Bodgani l’aveva riaperta. Ibra, inspiegabilmente criticato, si avvia a vincere la classifica marcatori con 26 centri. Il secondo scorer rossonero è Nocerino: quello di Siena è il suo decimo personale, ma anche il più bello al termine di uno “slalom gigante”. «Mi sono stufato delle voci sul mio futuro, il rapporto col presidente è ottimo»: taglia corto Allegri. (Cristiano Ruiu)

Sport