In metrò con fucile ad aria compressa

Un uomo di circa trenta anni, un senegalese regolare in Italia, è stato denunciato martedì sera dagli agenti della Questura di Milano per procurato allarme dopo essere stato fermato in piazza Duca d'Aosta con un grosso fucile ad aria compressa, un "Winchester" a canne lunghe.

Due guardie Atm che stavano controllando la stazione Centrale lo hanno visto passare dai tornelli e hanno notato subito quel pezzo di ferro che gli sbucava dalla parte posteriore del pantalone. Cosi, si sono avvicinati e gli hanno chiesto se andasse tutto bene. Lui, un po’ claudicante e con le ciabatte ai piedi, ha risposto loro che stava bene, che quelle erano solo stampelle. Ma gli operatori non si sono fidati: lo hanno seguito e lo hanno portato nella loro "trappola" fino a consegnarlo alla polizia.

 

 

 

A