Sono uno zimbello perchè non la voglio

Meteo
 


Cara Maria Beatrice,
una mia collega ha deciso, senza consultarmi, di andare oltre nel nostro
rapporto. Ammicca, si veste in modo assurdo e super provocante, mi manda
tutte faccette su whatsapp, mi chiede di accompagnarla a casa e di farci un
aperitivo insieme. Io non ho nessuna voglia di incasinarmi la vita, sono
fidanzato da tempo e anche innamorato e poi lei non mi piace neanche. Il
problema è che tutti se ne sono accorti e sono diventato lo zimbello
dell'ufficio. Vorrei trovare un modo per farla smettere senza ferirla, è una
bravissima ragazza e le sono comunque affezionato.
Rudy

Caro Rudy,
temo che per il tuo problema non esista una soluzione indolore. Se l'amore,
come si dice, non sente ragioni l'innamoramento è sicuramente afflitto da
sordità totale. Pertanto l'unica soluzione che posso suggerirti richiede, da
parte tua, una certa dose di perfidia e si basa sul concetto della doccia
scozzese: prima il calore e poi la gelata. Avvicinati alla tua collega,
senza illuderla, ma mostrandole un interessamento sufficiente a farle
immaginare o almeno sperare di aver aperto un varco nel tuo attuale
distacco. Poi chiedi alla tua fidanzata di venirti a prendere in ufficio e
presentale. Mi rendo conto del cinismo di una tale manovra ma sono anche
certa che la delusione e l'amore proprio saranno il miglior vaccino per la
tua spasimante. Assieme al crollo dell'idea che si era fatta di te. 

Blog di: 
Maria Beatrice De Caro