Se la passione nasce e cresce ai fornelli

Meteo
 


carissima maria beatrice,
mio figlio e la sua ragazza vivono con me e passano le serate quasi sempre in coppia davanti alla tv guardando serie e programmi di cuochi, anche quando ci sono gli amici li sento discutere molto di cibo, di ricette, di chef stellati.

E parlano dei vari Angelo,Giorgione, Carlo, come se fossero amici intimi. E' vero che mia nonna parlava con Mike Bongiorno, sola davanti alla tv, ma aveva 85 anni e una demenza
senile progredita.
Possibile che a ventitre anni non ci sia di meglio da fare?

Maria Carla

Cara Maria Carla,
che il tuo ragazzo si entusiasmi, anche se per cuochi e manicaretti,
dovrebbe rassicuranti invece che preoccuparti! Come sai le passioni non si
sviluppano a comando ma ci catturano, poi sta a noi coltivarle o meno. La
nostra generazione ha avuto la fortuna di crescere in un' epoca di ideali e
speranze. E cosa abbiamo creato per i nostri ragazzi? Un mondo nel quale
costruirsi un'autonomia, mettere su casa, progettare un futuro è un' utopia.
Giudico triste, ma inevitabile, che ripieghino su un gratificazione così
facile e materiale come il cibo. Insomma invece di preoccuparti o
recriminare, mettili ai fornelli.

Blog di: 
Maria Beatrice De Caro