L'innamoramento potente elisir, ma....

Meteo
 


Cara Maria Beatrice,
sono anagraficamente vecchio, molto vecchio, ma ancora non sono riuscito a
trovare la pace. Dei sensi, dico. Sono nonno da molti anni, vedovo da tanto
tempo, ho una compagna convivente molto piu' giovane di me, adorabile, che
non sospetta questi miei patimenti. Ma io continuo a desiderare altro, vedo
una donna giovane e mi innamoro, mi batte il cuore, cerco di parlarci, di
incontrarla, insisto, con gentilezza, lo sguardo di compassione mi rattrista
un po', pero' poi passo avanti e ricomincio. Provo delle strette allo
stomaco che mi fanno sentire vivo.
Il mio problema e' che ho il terrore di essere patetico, ho paura di essere
diventato un uomo ridicolo e vorrei smettere..
Luigi

Caro Luigi,
l'innamoramento è un elisir potentissimo, una droga capace di proiettarci in
un universo di onnipotenza, forza e giovinezza infinito. Però come per tutte
le droghe i contraccolpi si sentono sia sulla salute fisica che su
quella...mentale. Nel desiderio che descrivi non c'è nulla di sbagliato, é
umano, specialmente in questa società, il desiderio di fermare le lancette
dell'orologio e magari farle anche arretrare. Nella tua vita però una donna
giovane e innamorata c'è già e al tuo posto mi chiederei se vale la pena di
mettere a rischio qualcosa di tanto prezioso, per inseguire delle semplici
fantasticherie. Quanto al rischio di cadere nel ridicolo, mi sembra che la
risposta te la sei data da solo.

Blog di: 
Maria Beatrice De Caro