Meteo
 


Fatti&Storie

Covid e tamponi Scoppia la polemica

TORINO CORONAVIRUS

TORINO Mille contagi in più di coronavirus in Piemonte. Sono il doppio in 24 ore (1033 rispetto ai 499) di cui 663 sono asintomatici. Ta loro c’è anche il questore di Torino Giuseppe De Matteis (nella foto). Sono sette i pazienti in più in terapia intensiva (totali 40) e tre decessi nei giorni scorsi. Scoppia la polemica sul numero dei tamponi.

Da più parti la richiesta alla Regione di spiegare perché siano inferiori rispetto ad altre zone. Se per il virologo Giovanni Di Perri sarebbe dovuto a «un problema di forniture», Marco Grimaldi, consigliere regionale di Lev tuona che «il Piemonte è fermo al palo». Domanda simile anche da Sean Sacco e Francesca Frediani, consiglieri pentastellati in Regione: «La seconda ondata è in corso e il Piemonte continua ad essere fanalino di coda per quanto riguarda i tamponi: siamo la Regione del nord Italia che ne processa di meno». Intanto il comitato per l’ordine e sicurezza ha deciso di limitare «al massimo» per 15 giorni eventi e iniziative e Cirio ha annunciato l’intenzione di allestire punti di accesso e controlli rapidi al confine con la Francia. Ma il problema è anche di sopravvivenza delle realtà economiche, come il settore alberghiero: stando ai dati dell’osservatorio alberghiero fino a fine agosto si è registrato il calo dell’occupazione del 53,4% con l’apice (-91,2%) a marzo.

CRISTINA PALAZZO

Articoli Correlati
Fatti&Storie