Meteo
 


Fatti&Storie

Crescono i contagi si pensa all’Ospedale della Fiera

Milano

salute  Con 17.186 tamponi effettuati, sono 1.080 i nuovi positivi registrati ieri in Lombardia, dei quali 236 a Milano città. I ricoverati in TI sono stati 12 per un totale di 62, 546 quelli negli altri reparti. Sei deceduti. Numeri che obbligano le istituzioni a correre ai ripari. Ieri al Pirellone il Cts regionale ha discusso della eventuale riapertura dell’Ospedale in Fiera. Dichiara Antonio Pesenti, coordinatore delle unità di crisi della Regione e primario del Policlinico: «Credo che l'ospedale sia pronto, è il terzo step della programmazione lombarda sulle TI. Cioè, quando i 17 ospedali hub avranno le TI piene, si passerà alla Fiera. Per adesso abbiamo ancora 20 posti liberi nel primo fronte, poi c’è il secondo, poi la Fiera». Un’ipotesi al momento peregrina? «Non lo so, ma di certo bisogna pensare a come farlo partire». Oggi la struttura, che ha accolto non più di una ventina di pazienti, costata oltre 17 milioni, è congelata. I posti letto potenziali sono 221,ma 64 sono ancora da completare. Sull’ospedale, realizzato in 20 giorni e inaugurato il 31 marzo, è aperta  un’indagine della Procura di Milano senza indagati né reati, sulla base di un esposto del sindacato Adl Cobas. La Gdf aveva acquisito documenti nella sede della fondazione di Comunità, che aveva raccolto i fondi, con donazioni molto generose per un totale di 22 milioni. Tra i donatori anche l'avvocato Giuseppe La Scala che ricorda: «Mi era stato promesso che il rendiconto sarebbe stato reso noto a fine luglio, a oggi non ve n’è ancora traccia».

 

Articoli Correlati
Fatti&Storie