Meteo
 


Sport

Virus, Under 21 ko Morto il padre di Totti

Calcio e Covid

CALCIO Sono stati ben tre, ieri, i contagi accertati da coronavirus all'interno della nazionale italiana di calcio Under 21. Si tratta di Marchizza, difensore dello Spezia, e poi del laterale del Pescara Raoul Bellanova e del portiere dell'Entella Alessandro Russo. Sono sette in totale, così, i casi all'interno della giovane squadra azzurra, visti quelli già accertati nei giorni scorsi: Gabbia, Bastoni, Plizzari e Carnesecchi. Una situazione obiettivamente insostenibile, tant’è che la Federazione, «in via precauzionale e con senso di responsabilità», come ha scritto in una nota ufficiale, ha deciso di far scendere in campo l’Under 20, oggi (ore 17, diretta Rai2, stadio “Romeo Anconetani” di Pisa), contro la forte Irlanda nelle qualificazioni agli Europei di categoria. Una decisione preparata e attesa, un necessario “piano B”, ma comunque dal sapore drammatico. La Figc ha anche chiesto di poter aggregare ai giovanissimi guidati dal ct Alberto Bollini dei giocatori già risultati positivi, cioè Patrick Cutrone, Samuele Ricci, Riccardo Sottil e Sandro Tonali, al ritiro di Tirrenia con l’Under 21.

Ciò che è successo alla Nazionale giovane riaccende i riflettori sulle fosche prospettive del campionato: occorrerà aggiornare il protocollo? Si ricorrerà ai playoff, alle brutte?Oppure si chiuderanno le squadre nella “bolla” di un lungo ritiro?

Come se non bastasse, è morto allo “Spallanzani” di Roma Enzo Totti, 76 anni, padre di Francesco: era colpito da altre patologie, ma comunque positivo al Covid. «Tutto quello che mi hai insegnato, lo sto trasmettendo ai miei figli, ai tuoi nipoti. Grazie per tutto papà mio, anzi sceriffo», scrisse il Capitano sul suo profilo social lo scroso 19 marzo, un post al quale si sono aggiunti ieri tantissimi messaggi di cordoglio.

Infine, nella Roma è positivo Diawara. Lo ha annunciato lui stesso.

METRO

Articoli Correlati
Sport