Meteo
 


Fatti&Storie

M2: risse e droga sul convoglio maledetto

Milano

 sicurezza Un treno maledetto. È quello dell’una di notte, l’ultima corsa  della Linea verde. Quello, cioè,  che riporta a casa una parte del popolo della “movida”, spesso in balia dei fumi dell’alcol e della droga. Basta la cronaca dell’ultimo sabato notte per comprendere la gravità della situazione: all’una e cinque  di notte, i carabinieri sono dovuti intervenire alla stazione di Cimiano per sedare una rissa scoppiata a bordo dell’ultimo treno con direzione Gessate. Protagonisti  due gruppi di giovanissimi. Ad avvisare i militari, gli addetti della security di Atm, che erano stati ripetutamente spintonati da alcuni partecipanti agli scontri. Nella rissa, inoltre, è andato in frantumi  uno dei vetri laterali del convoglio. I militari hanno bloccato il treno e fatto scendere tutti i 500 passeggeri, anche quelli totalmente estranei ai fatti. Alla fine hanno fermato e identificando otto persone - sei sono minorenni -, sul conto dei quali sono in corso accertamenti, perché indiziati dei reati di rissa aggravata, interruzione di pubblico servizio, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e attentato alla sicurezza dei trasporti. 
Durante  un altro controllo sulla stessa linea, ma nella direzione opposta, sono state segnalate cinque persone sotto effetto di sostanze stupefacenti. Denunciati inoltre a piede libero un 16enne per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, un 19enne per una violenza sessuale commessa nei confronti di una minorenne, prima avvicinata e poi palpeggiata, nonché un altro 16enne per rapina. I militari hanno anche sequestrato 29,5 gr di hashish, 0,4 gr di cocaina e un gr di marijuana.

 

Articoli Correlati
Fatti&Storie