Meteo
 


Spettacoli

La “Toponomastica” ridente di Marta Pistocchi

Anna Pistocchi

MUISCA «C’è chi durante la quarantena è diventato chef, chi si è abbuffato di serie televisive e chi, come me, si è sperimentato come videomaker. Armata di cellulare, cavalletto e parecchio tempo libero ho trasformato il salotto in un set per raccontare il mio personalissimo e folle mondo, tutto attorno al mio divano». Così Marta Pistocchi, un fiume in piena di parole e musica che trasmette voglia di vivere.

Il 2 ottobre esce “Toponomastica”, l’album d’esordio di questa vera artista poliedrica, conosciuta come attrice comica e violinista, che torna sulle scene per la prima volta come cantautrice.

Il 3 ottobre debutta a Milano al Centro Culturale Rosetum, all Festival del Giullare, lo spettacolo omonimo “Toponomastica - Teatro canzone comico”, immaginifica conferenza di topi (interpretati da Marta Pistocchi e Alessandro Sicardi), che analizzano con pungente ironia le regole, gli stili di vita delle nostre città e i vizi e le virtù degli umani che vi abitano (ingresso libero- ore 17- Via Pisanello, 1 Milano).
 
Da oggi, giovedì 24 settembre, è online su YouTube (su  https://youtu.be/MEDL94yfxIg) il video di “Serie”, brano che anticipa l’album. Canzone ironicamente autobiografica in cui, con battute, giochi di parole e paradossi, Marta Pistocchi racconta il disagio di una minoranza: coloro che non guardano le serie tv. Attraverso le immagini del video, girato con la tecnica dello stop motion, ci fa vedere cosa accade attorno al suo divano: strumenti musicali che si animano e prendono il sopravvento sulla protagonista eternamente in lotta con sé stessa.
 
“Toponomastica” è un inno all’amore per la Milano nascosta, popolare e resistente. “Una celebrazione della meravigliosa varietà urbana vista dal basso e attraverso le piccole cose che la compongono, e che sfuggono all’osservatore frettoloso”
 

ORIETTA CICCHINELLI
 

Spettacoli
Gli Over di Mika
I prof de Il Collegio 5