Meteo
 


Fatti&Storie

Il piano Nasa è pronto Sulla Luna entro il 2024

Il piano della Nasa è pronto ed è stato formalmente presentato: prevede 28 miliardi di dollari per tornare sulla Luna entro il 2024. Al momento l’agenda della Nasa è vincolata al via libera da parte del Congresso di un finanziamento da 3,2 miliardi per costruire un nuovo sistema di atterraggio. Sulla carta con il suo programma denominato Artemide la Nasa dovrebbe riportare sulla superficie lunare un uomo e una donna, per il primo allunaggio compiuto da esseri umani dopo 48 anni. Gli astronauti viaggeranno in una capsula simile ad Apollo, chiamata Orion, che verrà lanciata da un potente razzo Sls. “I 28 miliardi di dollari rappresentano i costi associati per i prossimi quattro anni al programma Artemis per atterrare sulla Luna. Il finanziamento Sls, il finanziamento Orion, il sistema di atterraggio umano e, naturalmente, le tute spaziali. Tutte quelle cose che fanno parte del programma Artemis sono incluse” ha dichiarato l’amministratore della Nasa, Jim Bridenstine. Rivolgendosi alle istituzioni, Bridentsine ha sottolineato l’urgenza che i fondi necessari allo sviluppo dell’intero veicolo vengano sbloccati quanto prima per poter rispettare la tabella di marcia delineata dal piano dell’agenzia spaziale. La Camera dei rappresentanti statunitense ha approvato una legge che destina 600 milioni di dollari da utilizzare per il modulo di allunaggio, ma mancano altri 3,2 miliardi. 

Artemide. In base al nuovo documentato presentato, il piano prevede una prima fase, chiamata Artemide 1, che prenderà il via in autunno 2021, inclusiva di un volo di prova senza equipaggio intorno alla Luna di una durata di un mese. L’obiettivo è quello di ridurre i rischi di fallimento di Artemide-2, che ripeterà lo stesso viaggio ma con gli astronauti. A questa missione è stato aggiunto un nuovo test: una dimostrazione delle operazioni di prossimità. Poco dopo che Orion si separerà dallo stadio superiore del razzo Sls, noto come stadio di propulsione criogenica provvisoria, gli astronauti piloteranno manualmente la navicella. Questo test consentirà di valutare le qualità di manovrabilità di Orion, insieme alle prestazioni dell'hardware e del software del veicolo spaziale. L’ultima volta che la Nasa ha inviato astronauti sulla superficie lunare era nell’ambito della missione Apollo 17, nel 1972.  Finora la Nasa ha speso 967 milioni di dollari pagati a diverse società che hanno lavorato al design e alla progettazione del veicolo lunare. Il nuovo piano da 28 miliardi non è però comprensivo dei fondi già spesi per sviluppare la navicella Orion e il Sistema di lancio spaziale (Sls). Rispetto ad Artemide, il programma Apollo portato avanti tra gli anni 70’ e 80’ costò l’equivalente di 250 miliardi di dollari odierni.

Articoli Correlati
Fatti&Storie