Meteo
 


Fatti&Storie

Porta Pia, nuove luci per i 150 anni dalla presa

Per i 150 anni dalla presa di Porta Pia è stato inaugurato il nuovo impianto di illuminazione di Piazzale di Porta Pia e del Monumento al Bersagliere, simboli dell’annessione della Città al Regno di Italia e della successiva proclamazione di Roma Capitale. L’evento si è tenuto alla presenza della Sindaca di Roma Virginia Raggi. Il progetto di illuminazione, allo stesso tempo artistica e funzionale, ha previsto l’installazione di 26 proiettori e l’uso di tecnologie innovative e sostenibili che, oltre a ridurre i consumi energetici del 50%, hanno contribuito a valorizzare uno dei più importanti monumenti della storia risorgimentale, creando una nuova panoramica dell’intera piazza e una maggiore percezione del senso di sicurezza. Nuovi lampioni, dotati di lanterne a Led, sono stati installati all’altezza delle strade che accedono al piazzale, mentre la statua bronzea del Bersagliere è stata illuminata da quattro proiettori ad ottica circolare, con un tipo di luce scelto appositamente per adattarsi ed esaltare i materiali del monumento.

L'interno del complesso di Porta Pia, sede del Museo dei Bersaglieri, è stato riqualificato con sei apparati di nuova generazione, sempre a Led, con cui sono stati illuminati sia i busti in bronzo sia il monumento ad Enrico Toti. Altri quattro proiettori sono stati dedicati all'effige della Madonna posta nella parte superiore dell'edificio. “Vestiamo di nuova luce Porta Pia, uno dei luoghi simbolo di Roma e della storia del nostro Paese. Celebriamo così il 150° anniversario della ‘Breccia di Porta Pia’, un avvenimento che aprì la strada alla successiva proclamazione di Roma Capitale dell’Italia unita. Grazie al nuovo impianto di illuminazione artistica, realizzato in collaborazione con ACEA, esaltiamo quindi anche di notte Porta Pia e il monumento al Bersagliere. Inseriamo un nuovo tassello per la valorizzazione dei siti storici della città, coniugando al tempo stesso innovazione e tutela del patrimonio culturale ed artistico”, afferma la Sindaca di Roma Virginia Raggi. “Questo progetto – ha dichiarato Alberto Scarlatti, responsabile Illuminazione pubblica di Areti, la società del Gruppo ACEA che gestisce la rete elettrica a Roma – è stato realizzato con criteri innovativi e sostenibili, coniugando risparmio energetico e riqualificazione del territorio, sicurezza e vivibilità. L’illuminazione artistica in questo caso è stata integrata con quella funzionale per completare la definizione di uno spazio in cui l’architettura delle luci è stata studiata per valorizzare il contesto urbano”. 

Articoli Correlati
Fatti&Storie