Meteo
 


Fatti&Storie

Eur: ladro ucciso e carabiniere ferito

Roma

ROMA È finito nel sangue il colpo fallito la scorsa notte all’interno di alcuni uffici in via Paolo Di Dono, all’Eur. Un carabiniere ha ucciso con due colpi di pistola un cittadino siriano di 56 anni, con precedenti per furto, che avrebbe aggredito un collega del militare ferendolo con un cacciavite nel tentativo di garantirsi la fuga.

Il carabiniere colpito dal presunto ladro è stato trasportato d’urgenza al Sant’Eugenio e non sarebbe in pericolo di vita. 

La pattuglia, appartenente al Nucleo Radiomobile, è intervenuta in seguito a diverse chiamate di alcuni residenti insospettiti da un insolito via vai nell’edificio a quell’ora di notte. I militari sono entrati da un cortile e sono incappati in più persone, fuggite alla vista delle divise. Nel palazzo sono rimasti il 56 enne e un altro complice, che è riuscito a dileguarsi. Le indagini sono affidate ai carabinieri del Nucleo Investigativo e della Compagnia Eur, alla ricerca di impronte e di immagini dalle telecamere di sicurezza della zona.

È probabile che i malviventi fossero organizzati e avessero uno o più complici nelle vicinanze a bordo di veicoli per far perdere le loro tracce.

Panico tra i bagnanti
I carabinieri indagano anche sull’agguato a un pregiudicato albanese di 38 anni, ferito in pieno giorno con colpi di arma da fuoco mentre prendeva il sole in spiaggia a Torvaianica, nei pressi dello stabilimento Bora Bora, da due sicari con i volti coperti da caschi e fuggiti in scooter. Un regolamento di conti che ha scatenato il panico tra i bagnanti.

Articoli Correlati
Fatti&Storie