Meteo
 


Fatti&Storie

Calenda (Azione): ecco perché votare No

il taglio dei parlamentari

Caro Direttore,

sono favorevole a una riforma che riduca il numero dei parlamentari ma questa non è una riforma, è un taglio senza criterio che non risolve nessuno dei problemi del Parlamento e serve solo alla propaganda a 5 Stelle. Per questo motivo con Azione ci stiamo battendo per il no. Venerdì saremo in piazza a Milano con esponenti di vari partiti e della società civile, che hanno il coraggio di dire basta al populismo e no a un provvedimento inutile e dannoso.

Ci sono solide ragioni di merito per votare No. Il taglio dei parlamentari fatto in questo modo peggiorerà il funzionamento del Parlamento, la rappresentanza democratica e non si vede perché dovrebbe migliorare la qualità dei nostri eletti. Se vince il Sì, diventeremo il Paese europeo con il numero più basso di deputati e senatori per abitante. Si creerebbero forti distorsioni elettorali, aumentando il rischio di possibili maggioranze diverse tra Camera e Senato, minando ulteriormente la stabilità dei Governi.

L’Italia è uno dei pochissimi Paesi in cui la Camera e il Senato fanno esattamente le stesse cose. L’unica riforma seria sarebbe il superamento del bicameralismo perfetto, ma questa gente non è seria. Il taglio serve solo ai 5 Stelle per distrarre il loro elettorato dall’essere diventata la vera casta. Pensateci, non ricordo un altro partito alleato prima con la destra più becera e poi con il centrosinistra - nella stessa legislatura - pur di rimanere al potere. 

Sicuri di voler far modificare la Costituzione a questa gente? Fermiamoli. 

CARLO CALENDA - AZIONE

Articoli Correlati
Fatti&Storie