Meteo
 


Fatti&Storie

L’Europa avrà nuovo patto per la gestione dei migranti

Migranti

BRUXELLES Il regolamento di Dublino «verrà abolito e verrà sostituito con il nuovo sistema di governance della migrazione a livello europeo». Lo ha dichiarato ieri la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo primo discorso sullo stato dell’Unione a Bruxelles. Il 23 settembre la Commissione presenterà il nuovo patto sulla migrazione (migration pact) per il quale sarà assunto, ha spiegato la Von der Leyen  «un approccio umano».  Il principio-guida - ha spiegato - «è salvare vite umane» e «quei Paesi che rispettano gli obblighi giuridici o sono più esposti devono potere contare sulla solidarietà dell’Unione». «Interverremo - ha aggiunto - per lottare contro i trafficanti e rafforzare le frontiere esterne. Faremo in modo che coloro hanno aderito a rimanere siano integrati e ben accolti». Il nuovo regolamento avrà strutture comuni per asili e rimpatri e vedrà un meccanismo di solidarietà molto forte e incisivo perché - spiega la presidente - «La migrazione è una sfida europea e tutta l’Europa deve fare la sua parte», sottolinea. Von der Leyen ricorda anche che la Ue ricostruirà il campo di Moria a Lesbo (l’Onu ha esortato proprio ieri la Grecia ad “accelerare” le procedure per le domande d’asilo dei circa 12 mila migranti che ancora si trovano sull’isola, dopo il vasto incendio della scorsa settimana).  

«Salvare vite in mare»

Nelle repliche, è una Von der Leyen durissima quella che risponde ai sovranisti: «Siamo convinti che la vita umana debba essere protetta da dovunque venga, per l’estrema destra invece c’è un noi e un loro: questo porta odio. Voi siete portatori di odio, che non ha mai portato buoni consigli. Noi cerchiamo soluzioni». Per von der Leyen «è il momento di un nuovo approccio. Ogni anno circa due milioni di persone vengono in Europa e 140 mila rifugiati. È la normalità: dobbiamo essere in grado di gestirlo. Proporremo nuove leggi la settimana prossima e ci sarà tempo per discuterla», ha concluso.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Elezioni