Meteo
 


Fatti&Storie

Lavoro, in 3 mesi persi quasi 500mila posti

economia

Quasi mezzo milione di posti di lavoro andati in fumo in tre mesi. Lo rende noto l'Istat. Nel Report sul mercato del lavoro, dal lato dell’offerta si rileva che nel secondo trimestre del 2020 il numero di persone occupate subisce un ampio calo in termini congiunturali (-470 mila, -2,0%), dovuto soprattutto alla diminuzione dei dipendenti a termine e degli indipendenti.      Su base tendenziale, invece, e cioé rispetto al secondo trimestre 2019, il numero di occupati scende di 841 mila unità (-3,6% in un anno): calano soprattutto i dipendenti a termine (-677 mila, -21,6%) e continuano a diminuire gli indipendenti (-219 mila, -4,1%) a fronte di un lieve aumento dei dipendenti a tempo indeterminato. In calo le persone che pur non avendolo hanno rinunciato a cercare un lavoro. L'Istat rileva che nel II trim, nel confronto annuo, prosegue con maggiore intensità la riduzione del numero di persone in cerca di occupazione (-647 mila in un anno, -25,4%).

Articoli Correlati
Fatti&Storie