Meteo
 


Sport

Nba, baseball e calcio fermi per il caso Blake

Usa

SPORT Tre partite della Major League Baseball sono state rinviate sulla scia del ferimento nel fine settimana da parte della polizia di Jacob Blake, un uomo di colore, in Wisconsin. Le partite tra Cincinnati Reds e Brewers a Milwaukee, Seattle Mariners e Padres a San Diego e Los Angeles Dodgers and Giants a San Francisco sono state annullate ore prima che iniziassero. E anche cinque partite della Major League Soccer sono state posticipate: i giocatori hanno rilasciato una dichiarazione collettiva contro l’ingiustizia razziale. Il boicottaggio dei giocatori è avvenuto dopo che tutte e tre le partite dei playoff Nba sono state annullate per protesta. I giocatori delle partite tra Atlanta United e Inter Miami, FC Dallas e Colorado, Portland e San Jose, Real Salt Lake e LAFC, LA Galaxy e Seattle hanno deciso di non giocare in solidarietà. L’unica partita giocata è stata tra Orlando City e Nashville SC.

 I giocatori hanno preso la decisione in segno di protesta per il ferimento di Jacb Blake, afroamericano colpito alla schiena dai colpi sparati dalla polizia a Kenosha, nel Wisconsin, davanti ai suoi tre figli. Kenosha si trova a circa 40 miglia a sud di Milwaukee. La squadra Nba di quella città, i Bucks, si è rifiutata di uscire dal proprio spogliatoio per giocare la partita di playoff contro gli Orlando Magic avviano così il boicottaggio. "La nostra attenzione oggi non può essere sul basket", ha detto la guardia dei Bucks Sterling Brown, che si è unita al compagno di squadra George Hill nel leggere una dichiarazione a nome della squadra. Il consiglio di amministrazione della Nba ha convocato una riunione oggi, giovedì 27 agosto, per discutere dopo lo stop ai playoff.

 

 

Articoli Correlati
Sport