Meteo
 


Fatti&Storie

Bibbiano, M5S ammette "Forse esagerato con il Pd"

bibbiano

"Forse abbiamo esagerato nel generalizzare fatti specifici attribuendoli a tutto il Pd". Lo dice Vito Crimi, capo politico del M5s, intervistato dal Corriere della Sera, rispondendo alla domanda 'Il Pd è ancora il partito di Bibbiano. Non è arrivato il momento di scusarsi?'.

Il Pd: "Non basta". "Mi spiace, ma a me non basta - sottolinea Roberta Pinotti, senatrice Pd e presidente della commissione Difesa a Palazzo Madama - La vicenda di Bibbiano è stata cavalcata vergognosamente soprattutto dalla destra (ricordo bene che la prima ad inscenare una manifestazione di fronte al Comune di Bibbiano fu Giorgia Meloni e che la ‘Bestia’ di Salvini aizzava quotidianamente odio contro gli amministratori di Bibbiano, il Pd, tutti coloro che nutrivano pensieri progressisti) ma il M5S partecipò a questa folle e violenta criminalizzazione - aggiunge Pinotti - Intendiamoci bene: i fatti su cui sta indagando la magistratura sono serissimi, tanto più perché riguardano minori in affido, e noi siamo i primi a volere che si vada fino in fondo per individuare le responsabilità specifiche, punire i reati che possono essere stati commessi ed evitare che venga infangato tutto il sistema. Ma l’aggressione fatta in primis al sindaco Carletti che, ricordiamo, è indagato per reati amministrativi , fatto oggetto di una campagna di odio inaudita e violentissima (voglio inviargli un abbraccio personale, ricordando che sono arrivati a minacciare anche i suoi figli), il chiaro intento politico di danneggiare tutta la comunità del PD, dipingendolo come il Partito di chi lucra su vicende controverse che riguardano minori, fu vergognosa. E mi aspetto una presa di coscienza e scuse più chiare che un timido "abbiamo sbagliato a generalizzare". Vorrei sentire dire che si è capito che con le campagne di odio non si fa politica e non si porta il Paese da nessuna parte. Quelle lasciamole fare alla Destra, che ne è maestra e ne fa una cifra della sua identità”, conclude l'esponente dem.

Fatti&Storie