Meteo
 


Fatti&Storie

Draghi: "Ora investire su giovani e istruzione"

Coronavirus fase 3

Per la crescita è "essenziale" investire sui giovani e sulla loro istruzione, un tema su cui "la visione di lungo periodo deve sposarsi con l'azione immediata". A dirlo, nel suo intervento al Meeting di Rimini, l'ex presidente della Bce, Mario Draghi.

Recessione. Gli interventi delle istituzioni europee e dei singoli governi di fronte alla pandemia da coronavirus hanno "evitato che la recessione si trasformasse in una prolungata depressione". "Tutte le risorse disponibili sono state mobilizzate per proteggere i lavoratori e le imprese che costituiscono il tessuto delle nostre economie", ha sottolineato, rimarcando che "l’emergenza e i provvedimenti da essa giustificati non dureranno per sempre". "Ora è il momento della saggezza nella scelta del futuro che vogliamo costruire", ha aggiunto.

Ue. La risposta che l'Unione Europea ha dato alla crisi legata al coronavirus, può "diventare il principio di un disegno che porterà a un ministero del Tesoro comunitario la cui funzione nel conferire stabilità all'area dell'euro è stata affermata da tempo". Per l'ex presidente della Bce il il fondo per la generazione futura (Next Generation EU) "arricchisce gli strumenti della politica europea" e "il riconoscimento del ruolo che un bilancio europeo può avere nello stabilizzare le nostre economie, l’inizio di emissioni di debito comune, sono importanti" e possono appunto dare l'avvio a "un disegno che porterà a un Ministero del Tesoro comunitario". "È nella natura del progetto europeo evolversi gradualmente e prevedibilmente, con la creazione di nuove regole e di nuove istituzioni: l’introduzione dell’euro seguì logicamente la creazione del mercato unico; la condivisione europea di una disciplina dei bilanci nazionali, prima, l’unione bancaria, dopo, furono conseguenze necessarie della moneta unica. La creazione di un bilancio europeo, anch’essa prevedibile nell’evoluzione della nostra architettura istituzionale, un giorno correggerà questo difetto che ancora permane", ha concluso.

Articoli Correlati
Fatti&Storie