Meteo
 


Fatti&Storie

La guerra di TikTok Cinesi pronti a cedere quote

social

TikTok, è una battaglia. La cinese ByteDance è pronta a cedere le quote detenute nella popolare app di condivisione video con sede negli Stati Uniti, riferisce in esclusiva la Reuters, citando due fonti vicine al dossier. La mossa arriva dopo che ieri il presidente Donald Trump ha affermato di voler impedire ogni attività di TikTok negli Usa, con l'accusa di essere uno strumento per favorire lo spionaggio di Pechino nel Paese. 

Microsoft. A rilevare le attività statunitensi di TikTok è interessata la Microsoft di Bill Gates. Ma, secondo le fonti ascoltate dalla Retuters, l'accordo potrebbe prevedere anche l'ingresso di alcuni investitori di minoranza. Nessun commento è stato espresso da Microsoft e ByteDance.   TikTok è sotto inchiesta da parte del Cfius, l'agenzia statunitense incaricata di garantire che gli investimenti esteri non costituiscano un rischio per la sicurezza nazionale. Nelle ultime settimane, gli esperti Usa hanno espresso la preoccupazione che la piattaforma video possa essere usata da Pechino per danneggiare gli Stati Uniti.   TikTok ha dovuto spesso difendersi a causa dei suoi legami con la Cina, dove ByteDance ha un'applicazione simile sotto un altro nome. Ed è già stata vietata in India, sulla scia delle accresciute tensioni tra Nuova Delhi e Pechino. Anche il Pakistan, un paese musulmano molto conservatore, ha recentemente emesso un "ultimo avvertimento" all'applicazione di condivisione video per rimuovere dalla sua piattaforma contenuti ritenuti "immorali, osceni e volgari".    Qualche giorno fa, TikTok si era impegnata a garantire un alto livello di trasparenza e, in particolare, a consentire il controllo dei suoi algoritmi, per rassicurare gli utenti e le autorità di regolamentazione. "Non siamo politici, non accettiamo pubblicità politica e non abbiamo un'agenda", aveva affermato mercoledì il ceo, Kevin Mayer. "L'intero settore è sotto esame, e giustamente. A causa delle origini cinesi dell'azienda, siamo sottoposti a un esame ancora più attento. Lo accettiamo e accettiamo la sfida", aveva detto.

Trump. Donald Trump si è però detto fermamente contrario a un accordo per la cessione di TikTok che coinvolga Microsoft e di avere respinto l'ipotesi. Trump ha parlato con i giornalisti a bordo dell'Air Force One nel viaggio di ritorno a Washington dalla Florida, scrive la Cnbc. L'interesse di Microsoft per l'acquisto del contestato social network era stato riportato dal New York Times che riferiva di trattative in corso. Trump ha spiegato di non essere a favore di questa operazione e di avere i poteri per intervenire su Tik Tok con un ordine esecutivo. 

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Bonus partite Iva