Meteo
 


Fatti&Storie

Passaggi Festival, ritorna la kermesse della saggistica

fano

Torna dal 26 al 30 agosto a Fano, Passaggi Festival, manifestazione nazionale dedicata alla saggistica e all’analisi della contemporaneità, diretta dal giornalista Giovanni Belfiori, col contributo del Comune di Fano, della Regione Marche e come main sponsor Coop Alleanza 3.0. Tema dell’ottava edizione: “Leggere per ricordare comprendere costruire”. Un caleidoscopio di eventi culturali in cui autori e libri hanno il compito di raccontare la complessità del presente e che trasformano Fano in una cittadella della cultura, con circa 60 eventi in cinque giorni. Un’edizione straordinaria, posticipata rispetto al periodo di fine giugno in cui si svolge normalmente Passaggi, e revisionata dalle regole imposte dalla pandemia da Covid19, ma che, nel rispetto dei protocolli di sicurezza, manterrà l’identità del festival con la sua architettura intatta, e anzi con delle novità.

In primis, il Premio Passaggi che è assegnato ogni anno a personalità autorevoli del panorama culturale e civile italiano (2013 Sergio Zavoli, 2014 don Ciotti, 2015 Massimo Fini, 2016 Gherardo Colombo, 2017 Gianni Minà, 2018 Liliana Segre, 2019 Massimo Recalcati) sarà conferito all’editore Nicola Crocetti, grecista di fama e fondatore della rivista “Poesia”, nell’appuntamento di fine festival, domenica 30, al quale parteciperanno Antonio Troiano, responsabile del settimanale del Corriere della Sera “La Lettura” e capo redattore Cultura del quotidiano di via Solferino, Roberto Galaverni, critico letterario de La Lettura – Corriere della Sera, e Fabrizio Lombardo, poeta e redattore della rivista di letteratura Versodove. Ma non sarà l’unico appuntamento legato ai premi: da mercoledì 26 a sabato 29 agosto alle 21 sul palco di piazza XX Settembre ci sarà “Un minuto di poesia. Omaggio a Nicola Crocetti”, con letture dei poeti Francesca Perlini, Franca Mancinelli, Renata Morresi e Vincenzo Bagnoli.

Nella piazza centrale di Fano, dove si tesse il filo conduttore dettato dal tema, si aprirà mercoledì 26 agosto, alle ore 20.30, con il saluto inaugurale degli organizzatori e la rassegna Grandi autori. Sul palco, Corrado Augias che presenta “Breviario per un confuso presente” (Einaudi). La serata si chiuderà con la pièce teatrale su Leopardi e Fellini “lunari”, “La caduta della Luna”, prodotta da Passaggi Festival, con regia, soggetto e sceneggiatura di Carolina Iacucci e tre giovani attori protagonisti (Irene Guidi, Tommaso Rizzitelli, Sebastiano Valentini).

Nei giorni successivi i poli del festival saranno più di uno: la piazza ospiterà i nomi più noti della saggistica, in Mediateca Montanari ci saranno gli appuntamenti per i più piccoli (ma non solo), nella chiesa di San Francesco a cielo aperto troveremo saggistica, poesia e narrativa, al Pincio lo spazio giovani con musica, social e graphic novel.

La novità di quest’anno sarà trovare appuntamenti librari anche al mattino, con caffè e giornale offerti dall’organizzazione del festival. Si tratta della rassegna “Buongiorno Passaggi. Libri a colazione” (da giovedì 27 a sabato 29, alle ore 9.30 al Bon Bon Art Cafè del lungomare Lido) con la giornalista del Corriere della Sera Federica Seneghini (“Giovinette. Le calciatrici che sfidarono il Duce”, Solferino), la docente di Storia all’Università di Bologna Maria Giuseppina Muzzarelli (“Le regole del lusso. Apparenza e vita quotidiana dal Medioevo all’età moderna”, Il Mulino), lo storico ed ex rettore dell’Università di Urbino, Stefano Pivato (“Storia sociale della bicicletta”, Il Mulino), intervistati dal giornalista e scrittore Alfredo Antonaros e dalla critica letteraria Carolina Iacucci.

Come recita lo slogan di Passaggi, “libri vista mare”, dopo i libri a colazione, ci sarà il mare fino al tardo pomeriggio, e poi di nuovo libri. Nel palco centrale, dalle ore 19 in poi, saliranno giovedì 27 il giornalista di Rete 4 Gianluigi Nuzzi (“Giudizio universale”, Chiarelettere) che converserà con Giorgio Santelli di Rainews24, la politologa Nadia Urbinati (ore 21, “Io, il popolo”, Il Mulino) intervistata da Alessandra Longo di Repubblica; venerdì 28 il medico Pier Luigi Rossi (ore 19, “Le ricette della buona salute”, Aboca Edizioni) che converserà con Patrizio Roversi, Nando dalla Chiesa (ore 21, “La partita del secolo. Italia–Germania 4 a 3”, Solferino) intervistato da Antonio Di Bella, direttore di Rainews24 con il vicecampione del Mondo 1970 e centrocampista azzurro in Italia-Germania Giancarlo “Picchio” De Sisti, Cristiana Pedersoli con il libro su suo padre Bud Spencer (ore 22.30, “Bud. Un gigante per papà”, Giunti) insieme a Tiberio Timperi e Umberto Croppi. 

Sabato 29 agosto sarà la giornata del Premio Andrea Barbato per il Giornalismo che la famiglia Barbato e Passaggi hanno assegnato quest’anno a al giornalista Rai Giorgio Zanchini, conduttore su radio e tv di trasmissioni sia culturali sia di attualità politica, sociale ed economica; il Premio gli verrà consegnato alle 21.00 sul palco di piazza XX Settembre, subito dopo la presentazione del suo saggio su cultura e informazione “Cielo e soldi” (Aras). Sullo stesso palco saliranno i magistrati Gian Carlo Caselli e Guido Lo Forte (ore 19, “Lo Stato illegale. Mafia e politica da Portella della Ginestra ad oggi”, Laterza) che converseranno con Nando Dalla Chiesa e il fotografo e pubblicitario di fama internazionale Oliviero Toscani (ore 22.30, “Caro Avedon. La fotografia in 25 lettere ai grandi maestri”, Solferino) intervistato da Alessandra Longo; domenica 30 agosto chiuderanno la rassegna in piazza il compositore, direttore d’orchestra e pianista Giovanni Allevi (ore 19, “Revoluzione”, Solferino) che converserà con Massimo Sideri del Corriere della Sera, e l’archeologo e storico Valerio Massimo Manfredi, maestro del genere fiction/non-fiction (ore 21, “Antica Madre”, Mondadori).

Nella Chiesa di San Francesco – tra le sedi più suggestive del festival: una ex chiesa con ornamenti neoclassici e il cielo stellato per soffitto, dove si possono ammirare all’ingresso le tombe monumentali di Bianca e Pandolfo Malatesta – tornano i Libri alla San Francesco con sei appuntamenti: mercoledì 26 avremo Cinzia Sciuto (ore 19, “Non c’è fede che tenga. Manifesto laico contro il multiculturalismo”, Feltrinelli) che converserà con Marco Bracconi di Repubblica e con il direttore del festival Giovanni Belfiori; giovedì 27 Pietro Del Soldà (ore 18, “Sulle ali degli amici” Marsilio) intervistato da Carolina Iacucci; venerdì 28 Chiara Valerio (ore 18, “La matematica è la politica”, Einaudi) intervistata da Alessandra Longo. Gli altri tre incontri saranno condotti da Flavia Fratello de La7 e Tiziana Ragni di Repubblica Live che avranno ospiti, alle ore 21, tre note giornaliste: Costanza Rizzacasa D’Orsogna (giovedì 27, “Non superare le dosi consigliate”, Guanda), Ritanna Armeni (venerdì 28, “Mara. Una donna del Novecento” Ponte alle Grazie) e Simonetta Fiori (sabato 29, “La testa e il cuore. L’amore in trenta storie”, Guanda).

Sempre la San Francesco ospiterà la rassegna di narrativa Europa/Mediterraneo, quest’anno dedicata a scrittori di origine straniera che vivono in Italia, e grande attenzione sarà data all’Albania per proseguire il rapporto avviato con l’Ambasciata della repubblica albanese in Italia e col Centro Editoriale per la Diaspora di Tirana. Giovedì 27 apre l’italo-polacca Dagmara Bastianelli (“Il balcone in pietra”, Edizioni Dialoghi), intervistata da Lorenzo Pavolini di Rai Radio 3; venerdì 28 ci sarà l’italo-albanese Elvis Malaj (“Il mare è rotondo”, Rizzoli) che dialogherà con Pavolini e Alice Astrella; sabato 29 chiuderanno altri due scrittori albanesi che vivono in Italia: il medico Arben Dedja (“Trattato di medicina” Vague edizioni) e Durim Taci (“Extra Time”, Mimesis Edizioni) in conversazione con Jessica Chia de La Lettura – Corriere della Sera.

Anche i libri di “Passaggi di Benessere” saranno alla San Francesco, due volumi curiosi e interessanti, entrambi pubblicati da Aboca Edizioni: il primo sabato 29 agosto con Erika Maderna (“Con grazia di tocco e di parola – La medicina delle sante”) intervista da Loredana Lipperini di Radio 3, il secondo con il poeta e scrittore Tiziano Fratus (“Sogni di un disegnatore di fiori di ciliegio”) che converserà con Antonio Riccardi, poeta e direttore editoriale di Aboca.

Il pubblico giovane avrà il suo spazio in Fuori Passaggi, dedicato a musica e social, e nella rassegna di graphic novel “Passaggi fra le Nuvole”, entrambi ai giardini del Pincio. Giovedì 27 aprirà la rassegna lo storico Direttore di Radio Deejay Linus (“Fino a quando” Mondadori). Venerdì 28 sarà sul palco il cantautore della scena indie Giovanni Truppi (“Cinque” Coconino Press), con lui gli illustratori Antonio Pronostico e Fulvio Risuleo. Sabato 29 sarà la volta del collettivo satirico più amato del web Il Terzo Segreto di Satira (“La paranza dei buonisti” Longanesi) e la giornalista musicale Francesca Amodio (“L’Osteria del Palco” Polaris), converserà con il Direttore del MEI -Meeting delle etichette indipendenti Giordano Sangiorgi e Ivana Stjepanovic, conduttrice radiofonica e collaboratrice del MEI. In chiusura, domenica 30 agosto, Ema Stokholma (“Per il mio bene” Harper Collins), disc jockey e conduttrice radiofonica e televisiva di grande successo.

Il critico di fumetti Alessio Trabacchini converserà con gli ospiti di Passaggi fra le Nuvole: giovedì 27 Gianluca Costantini (“Libia” Mondadori) presenta l’ultima sua opera di graphic journalism, venerdì 28 agosto l’appuntamento sarà con l’illustratrice Claudia Palmarucci (“Marie Curie” Orecchio Acerbo) e domenica 30 chiude il fumettista Michele Petrucci (“L’insaziabile” Coconino Press).

Passaggi Festival, sin dalla prima edizione nel 2013 ha promosso, alla Mediateca Montanari Memo, eventi su misura di bambina e bambino. Anche in questa edizione ci saranno laboratori e libri. Alla rassegna “Piccoli asSaggi, la saggistica per diventare grandi”, curata dalla direttrice del Sistema Bibliotecario di Fano Valeria Patregnani, si affianca da quest’anno una nuova programmazione di libri filosofici per i più piccoli, condotta dalla giovane filosofa Ippolita Bonci Del Bene. Dedicati alla scienza del pensiero i primi due appuntamenti: giovedì 27 con Simonetta Tassinari (“S.O.S. Filosofia” Feltrinelli Kids) e venerdì 28 con Armando Massarenti (“Socrate, quell’adorabile rompiscatole” e “Platone e l’uomo invisibile” ELI La Spiga Edizioni). Gli animali saranno i protagonisti degli incontri di Piccoli Assaggi grazie a Marina Marinelli (“Prendere il volo” Topipittori), sabato 29 agosto, e a Claudia Fachinetti (“Ninna il piccolo riccio con un grande cuore” Piemme – Il battello a vapore), domenica 30.

In programma alla Memo anche due lezioni di “Saper fare”: sabato 29 Lorenzo Pavolini, direttore Scuola Passaggi, su Scrivere. Da dove cominciare e a seguire Gianluca Sposito, avvocato e scrittore, su Imparare la retorica (senza essere… retorici) e presenterà, insieme al giornalista Dante Leopardi, il volume “Quanto siamo retorici. Libera l’oratore che è in te” (Intra).

Domenica 30 agosto, appuntamento con “Futuropresente – Incontri dialoghi e visioni sulle nuove tecnologie”, dedicato in particolare a studenti e imprenditori. Si tratta di una conversazione con Stefano Da Empoli (Presidente i-Com Istituto per la competitività; Università della Tuscia) autore di “Intelligenza artificiale: ultima chiamata” (Egea – Università Bocconi), Mario Mantovani (Presidente Cida Manager italiani) autore de “Il lavoro ha un futuro anzi tre” (Guerini), Paolo Dello Vicario (Ceo ByTek Marketing) e Michele Loreti (Università di Camerino).

Dalla collaborazione con l’Università di Camerino, ateneo votato da secoli alle scienze, alle tecnologie e alla farmaceutica, nascono i laboratori per bambini e i seguitissimi appuntamenti di Calici di Scienza. Tutti i pomeriggi da giovedì 27 a domenica 30 alla Memo, laboratori di chimica, informatica e disegno per bambini dai sei ai dodici anni tenuti da ricercatori e docenti di UniCam tra cui il divulgatore scientifico Francesco Petretti, volto noto di Rai Geo&Geo.

Nel delizioso spazio in centro storico della Sala da tè L’Uccellin bel verde, Unicam dà vita a Calici di Scienza, conversazioni con aperitivo offerto ai partecipanti. Protagonisti i docenti dell’università: giovedì 27 Pippo Ciorra, senior curator per l’architettura al MAXXI di Roma (Istruzioni per non restare senza architettura); venerdì 28 l’informatica Barbara Re (Tre storie di donne scienziato: una per ricordare, una per comprendere e una per costruire); sabato 29 la biologa Stefania Scuri (L’Acqua: per ricordare, per comprendere e per costruire); e infine domenica 30 chiude il Magnifico Rettore di Unicam Claudio Pettinari (Scienza è Storia).

Come da tradizione del festival la prima giornata è anche quella delle inaugurazioni delle mostre. Tre le esposizioni di questa edizione tra pittura, fumetto e fotografia visitabili dal 26 agosto al 27 settembre. La mostra principale, “Strip o no?”, è dedicata a un grande illustratore italiano: Giacinto Gaudenzi. Le sue opere saranno ospitate negli spazi della Memo. La pittrice Veronica Chessa porta all’Enoteca Terra, in centro storico, un lavoro inedito ambientato a Fano dal titolo “Identità mascherata”, mentre nella Centraledicola di piazza Amiani ci saranno le fotografie di Alessandro Santi e i testi di Massimo Bini curati da Marcello Sparaventi per Centrale Fotografia in collaborazione con AF News. Tornano, infine, anche le visite guidate a cura di Manuela Palmucci. Da martedì 25 agosto a sabato 29 alle 18 in giro per la città alla scoperta di Fano romana, delle botteghe della tradizione, dei luoghi e monumenti di Passaggi in Città (pubblicazione del festival), del centro storico ed anche una per i più piccoli, vietata ai maggiori di 14 anni. Tutti gli eventi del festival sono gratuiti (eccetto le visite guidate); per tutti occorre prenotare: le informazioni sul sito www.passaggifestival.it

Fatti&Storie
Coronavirus fase3