Meteo
 


Fatti&Storie

Nel Levante Ligure mare inquinato in 4 punti

liguria

AMBIENTE. Un terzo dei siti costieri nel Levante ligure sono fortemente inquinati. A dirlo, i risultati delle analisi effettuati dalla Goletta Verde di Legambiente in 12 punti del Mar Ligure orientale, effettuati dal 29 giugno al 16 luglio che oggi ha presentato il report.

Tre punti sono in provincia di Genova: la foce del torrente Nervi, la foce del rio San Siro a Santa Margherita Ligure e lo sbocco dell'Entella tra Chiavari e Lavagna. La quarta criticità è nello spezzino, vicino allo scarico del belvedere di Manarola. I parametri indagati sono microbiologici, enterococchi intestinali ed escherichia coli: vengono considerati "inquinati" i campioni in cui almeno uno dei due parametri supera il valore limite previsto dalla normativa sulle acque di balneazione vigente in Italia, "fortemente inquinati" quelli in cui i limiti vengono superati oltre il doppio. Per la Liguria di ponente saranno necessarie analisi suppletive.

«Ancora una volta- commentano Santo Grammatico e Federico Borromeo, presidente e direttore di Legambiente Liguria- quando l'acqua proveniente da torrenti e canali che attraversano i borghi sfocia in mare, troviamo cariche batteriche elevate. Invitiamo gli enti preposti ad aumentare il livello di vigilanza, considerato che spesso nei luoghi che troviamo inquinati, pur essendo vietata la balneazione, in molti si bagnano. Risalire i rii effettuando analisi biologiche potrà portare a scoprire quali e quanti scarichi non allacciati o tubature danneggiate sono presenti e intervenire».

Legambiente Liguria sottolinea, inoltre, la carenza della cartellonistica informativa rivolta ai cittadini: «Nonostante sia obbligatoria ormai da anni per i Comuni, non viene ancora rispettata. Le indicazioni sono state riscontrate solo in due siti sui dodici monitorati».

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Coronavirus fase3