Meteo
 


Sport

Milan-Parma 3-1 Super rimonta, Europa in vista

Serie A

CALCIO Il Milan supera in rimonta 3-1 il Parma a San Siro, incassa il settimo risultato utile (cinque vittorie e due pareggi) dopo il lockdown e avvicina la qualificazione all’Europa League, agganciando al sesto posto il Napoli a quota 53 punti a 5 giornate dalla fine del campionato. Al vantaggio di Kurtic per i ducali al 44' replicano nelle ripresa Kessié al 10' con un gran gol da fuori area, Romagnoli al 14' e Calhanoglu al 32'. Continua il momento difficile degli emiliani alla quinta sconfitta nelle ultime sei partite che restano fermi al 12° posto in classifica con 40 punti.

Sin dai primi minuti è la squadra di casa a fare la partita e al 20' sfiora il vantaggio: calcio d’angolo dalla destra, Romagnoli stacca di testa e colpisce la traversa dopo un tocco di Sepe, sulla ribattuta Ibrahimovic non riesce a dar forza al pallone e il portiere ospite blocca. Poco dopo cross tagliato di Leao per la testa di Kessié e palla di un soffio a lato.

Al 35' si fanno vedere i crociati, traversone dalla destra di Kulusevski per Bruno Alves che di testa manda sul fondo. Al 44' arriva il sorprendente vantaggio degli emiliani. Gervinho serve al limite dell’area di destra Grassi che entra in area e serve all’indietro Kurtic, destro rasoterra sul primo palo e Donnarumma è battuto.

Nella ripresa i rossoneri ribaltano di forza il risultato. Al 10' arriva il pareggio con Kessié che, servito ai 30 metri da Calhanoglu, si accentra e scarica un destro violentissimo che sbatte sul palo e finisce in rete. Passano quattro minuti e Romagnoli completa la rimonta. Punizione dai 35 metri di sinistra Calhanoglu, cross teso in area e il capitano di testa angola la conclusione e
batte Sepe nel palo più lontano.

Il Parma però non si arrende e al 29' Kulusevski sfiora il pari. Il ventenne svedese avanza fino dentro l’area di destra, prova il destro potente trovando la deviazione di un giocatore rossonero che spiazza Donnarumma, ma trova la traversa. Due minuti dopo il portiere rossonero salva il risultato deviando di piede una conclusione di Inglese. Al 32' ci pensa Calhanoglu a mandare i titoli di coda del match con un diagonale da fuori area che Sepe non riesce a deviare.

 

Articoli Correlati
Sport