Meteo
 


Fatti&Storie

Università, giù le tasse e area no tax fino a 20mila euro

TORINO

Innalzamento della no tax area, riduzione delle tasse per alcune fasce Isee, tassazione agevolata per le carriere part-time, la costituzione di un CAAF in ateneo. L’università di Torino apre sulla riduzione delle tasse per evitare l’emorragia di studenti. «Finalmente, dopo 4 mesi di mobilitazioni e richieste, abbiamo ottenuto delle garanzie sul prossimo regolamento tasse, che permetterà a migliaia di studenti di non rinunciare agli studi», hanno spiegato da Si - Studenti Indipendenti- ieri dopo il confronto tra il rettore Stefano Geuna e i rappresentanti degli studenti, mentre fuori alcune decine protestavano.

Avevano chiesto più volte all’Università di Torino il confronto per parlare del nuovo regolamento. Tra le varie richieste accolte, appunto la no tax area che sarà aumentata fino a 20mila euro di Isee, la riduzione per la fascia 20mila-24mila per cui però hanno chiesto ulteriori riduzioni perché «è la prima esclusa da no tax area e borse di studio regionali» e la tassazione che passa dal 75 per cento della contribuzione full time al 60 per le carriere part-time.
Ma le rivendicazioni non finiscono, «abbiamo ottenuto una parziale vittoria sul semestre bonus: l'amministrazione ha ribadito la volontà di applicare questa misura in autunno, quando saranno più chiare le disponibilità economiche».

CRISTINA PALAZZO

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Bonus partite Iva