Meteo
 


Sport

La Lazio ci riprova con Immobile e Caicedo

Lazio

Ricompattarsi e riprendere la scia del successo provando a non pensare alla Juve ma solo al prossimo ostacolo. La Lazio, dopo il ko destabilizzante contro il Milan, non ha intenzione di mollare in attesa dello scontro diretto con i bianconeri del 20 luglio e per tenersi stretta la speranza scudetto è obbligata a superare domani al 'Via del Marè il Lecce, affamato di punti per uscire dalla zona retrocessione. Per questo il tecnico Simone Inzaghi invita a resettare in fretta la sconfitta interna con i rossoneri nonostante la Signora sia ora lontana sette punti e cerca di tenere alta la concentrazione senza farsi condizionare dalla marcia della Juventus. "Dobbiamo guardare in casa nostra a prescindere dai risultati degli altri. Abbiamo analizzato la gara contro il Milan, domani avremo già un’altra partita molto importante e difficile a Lecce. Dobbiamo ragionare partita dopo partita e vedremo chi ci darà più garanzie per il match", ha dichiarato il tecnico facendo intendere quanto il traguardo Champions sia l’obiettivo primario del club biancoceleste, protagonista di una stagione da record.

Rispetto alla gara contro i rossoneri la Lazio stavolta potrà contare sulla coppia d’attacco Immobile-Caicedo, rientrati dalla squalifica, quanto serve per restituire ottimismo, ridare ossigeno e nuovo entusiasmo all’ambiente biancoceleste e ad una tifoseria che sembra aver perso un pò di euforia. "Sarà una partita non semplice, il Lecce gioca bene, è guidato da un allenatore che è anche un amico e stanno lottando per la salvezza. E’ una squadra da prendere nel modo giusto che gioca a calcio e anche qui all’Olimpico ci diede del filo da torcere", ha spiegato Inzaghi che potrà fare affidamento su Milinkovic chiamato a dare il suo contributo, nonostante gli acciacchi, fin dal primo minuto. Non ci sarà Correa, che ha subito una distorsione al ginocchio, ma l’attaccante argentino ha voluto via Instagram dare la carica ai suoi ricordando che "niente rovinerà questa fantastica stagione, nè una brutta sconfitta, ne uno stop che mi terrà fermo per qualche giorno. Non vedo l’ora di rientrare". In campo Leiva dal primo minuto, con Cataldi pronto a fare la staffetta mentre c'è una incognita sulla fascia destra con Lazzari che potrebbe rifiatare e cedere il posto a Djavan Anderson.

In casa Lecce è vietato sbagliare: sei sconfitte consecutive rendono la sfida contro una delle protagoniste del campionato complicata ma l’obiettivo è smuovere la classifica e tenersi agganciata al treno salvezza. L’ultimo successo risale al 15 febbraio scorso contro la Spal in casa, poi dopo il ko con Roma e Atalanta altre quattro tonfi nel campionato post-Covid che ora mettono a serio rischio la permanenza in A, causa anche una netta sterilità offensiva che si è evidenziata nel corso del torneo. Liverani invita a non mollare mai ma stavolta ha bisogno di una impresa a causa anche dell’assenza di due pedine fondamentali: a centrocampo dovrà rinunciare al greco Tachtsidis (era nella lista dei diffidati e il giudice sportivo lo ha bloccato per un turno) mentre in attacco non ci sarà l’ex del Milan, Lapadula, infortunato.

Articoli Correlati
Sport