Meteo
 


Fatti&Storie

Terra, in 150 anni persi 6 millenni di raffreddamenti

Cambiamenti climatici

USA Il riscaldamento globale è arrivato a livelli mai visti da almeno seimila anni sulla Terra. È il risultato di uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Data dai climatologi dell’Università del Nord Arizona. È dalla metà dell’Ottocento, infatti, che le temperature sono salite fino a toccare punte record. Negli ultimi 150 anni, il surriscaldamento globale è riuscito a cancellare il processo che per sei millenni ha mantenuto le temperature piuttosto basse sul nostro pianeta.

Inversione di tendenza

Tra le evidenze dello studio c’è quella di un «raffreddamento globale», che si era verificato negli ultimi sei millenni, per poi interrompersi a metà del XIX secolo. Dopo l’ultima grande era glaciale, la temperatura media della Terra risulta più alta rispetto a 6.500 anni fa e superiore di circa 0,7° C rispetto al 1800. Da quel secolo, però, è iniziata un’inversione di tendenza con una progressiva crescita del riscaldamento globale fino a causare un innalzamento di 1° C.
Lo studio ha ricostruito la temperatura media dell’Olocene - l’era geologica iniziata circa 12 mila anni fa, nella quale la Terra si trova attualmente - facendo riferimento a un database compilato nel 2019 da un gruppo internazionale di paleoscienziati.

Analizzati sedimenti e pollini

Per ricostruire le temperature medie del globo negli ultimi seimila anni rispetto a quelle scaturite dalla metà del 1800 i climatologi hanno analizzato i sedimenti di mari e laghi, gli strati di ghiaccio dei Poli e i pollini fossili. I risultati dimostrano che «l’andamento delle temperature si è invertito insieme al progressivo aumento dei gas serra».

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Bonus partite Iva