Meteo
 


Fatti&Storie

San Giovanni si fa in tre La festa in diretta streaming

TORINO

TORINO Droni in streaming, videomapping sulla Mole Antonelliana in onore della Torino cinematografica e dj set all’interno, ma anche negozi e musei aperti, messe e visite speciali. Sarà anche una festa di San Giovanni ai tempi del coronavirus, che dovrà quindi fare a meno del tradizionale “farò” per il rischio assembramenti ma varrà per tre, in contemporanea con Firenze e Genova.

L’ora X per lo spettacolo scatta domani alle 21,30. Lo show andrà in diretta tv su Rai Premium e in streaming su RaiPlay oltre che sulla piattaforma digitale www.sangiovannix3.it. L’evento, condotto da Arianna Ciampoli con la regia di Duccio Forzano accoglierà gli ospiti che si collegheranno dalla Mole. La grande attesa è per lo spettacolo di danza per i 200 droni e quattro corpi nella Mole. Uno show inedito che alzerà il sipario su una lunga lista di ospiti. Dalla comica Luciana Littizzetto al cantante Niccolò Fabi, sarà presente la giovane band approdata anche a Sanremo, gli Eugenio in Via di Gioia e il poeta Guido Catalano. Ci sarà Suor Cristina l’orchestra del Teatro Regio di Torino, il Maestro Andrea Bacchetti con un omaggio a Ezio Bosso sulle note di Bach e Christian Greco, direttore del Museo Egizio. Concludendo il parterre con Alessandro Barbero, il Maestro Bruno Santori e il Professor Curnis, che si integreranno agli ospiti nelle altre città. Per chiudere, il djset di Ema Stockholma che proseguirà in streaming.

Ma la festa ci sarà tutto il giorno e in tutta la città, anche grazie ai tanti musei aperti al pubblico. Dai Musei Reali ai Giardini, a Palazzo Madama ma anche Gam e Mao, Museo Egizio, Pincoteca Albertina, Museo Nazionale del Risorgimento, Camera-Centro Italiano per la Fotografia, e altre realtà museali. Sarà aperta anche la cupola della Basilica di Superga con anche la possibilità della salita notturna (21,30-00.30). E per gli amanti dello shopping al chiaro di luna, la proposta di Confesercenti di tenere i negozi aperti fino a mezzanotte.

Spazio anche alla tradizione: confermata la messa solenne delle 10,30 in Duomo e alle 12,15, la cerimonia a Palazzo Civico, nella sala del consiglio comunale, per nominare i sette Ambasciatori delle eccellenze di Torino e del territorio. Saranno quindi nominati Maria Lodovica Gullino, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Paolo Pininfarina, Lorenzo Sonego, Sergio Momo, Ernesto Olivero e don Luigi Ciotti.

CRISTINA PALAZZO

E tutto questo con una cornice unica: la luce. Coreografie di fasci luminose andranno in scena a Superga, sul Monte dei Cappuccini e al Lingotto. Fino al 20 luglio, inoltre, la Mole si trasformerà in un cinema a cielo aperto: tutte le sere la cupola si animerà con uno spettacolo di 20 minuti per omaggiare il cinema italiano e il ruolo di Torino nel settore.

Articoli Correlati
Fatti&Storie