Meteo
 


Fatti&Storie

Zanardi, non risulta avesse cellulare in mano

la battaglia di alex

Il cellulare che Alex Zanardi portava nel corso della staffetta Obiettivo Tricolore nelle strade del Sud della provincia di Siena, nei pressi di Pienza, è stato sequestrato dai carabinieri nell'inchiesta condotta dal sostituto procuratore Serena Menicucci sull'incidente del 19 giugno scorso in cui il campione è rimasto gravemente ferito dopo avere sbattuto violentemente la testa contro un camion. Secondo quanto si è appreso, sul telefono di Zanardi sono in corso  controlli e verifiche da parte degli investigatori.  Anche l’handbike solitamente utilizzata da Zanardi è stata sequestrata; il mezzo  dovrebbe essere sottoposto ad esami tecnici per poter ricostruire la dinamica del violento impatto col camion, in particolare per poter definire i punti di urto tra i due veicoli. 

Manubrio. Zanardi, come risulta da video amatoriali che sono stati acquisiti dalla procura di Siena, aveva le mani sui manubrio dell’handbike. La procura è al lavoro anche in merito alle modalità organizzative dell’evento Obiettivo Tricolore. In merito alle ipotesi di stampa che Zanardi, avesse il cellulare in mano mentre era in strada, il procuratore Salvatore Vitello ha detto che la circostanza non gli risulta.

Articoli Correlati
Fatti&Storie