Meteo
 


Opinioni

Nella sala degli Eroi di questa maturità 2020

Maurizio Guandalini

Nella sala degli eroi che attendono di entrare nella Storia, si accomodano anche professori e studenti. Un motivetto che ieri, inizio degli esami di maturità, è scratchato a manetta. Dal ministro dell’Istruzione a scendere. Come lo è stato per la sanità. Modalità in gloria e onorificenze (ma solo un euro in più di stipendio),  per autoassolverci dai peccati. E tirar giù un velo di angherie su quello che è oggi, e sarà domani, la scuola. Quando a settembre serviranno il doppio di bidelli e insegnanti.

Già l’esame di maturità è un terno al lotto di suo, che lo svuota di quello straordinario valore di cui è bolsamente caricato. Figuriamoci quando si trova arrabattato in smart working. Con professori delle commissioni introvabili. Alcuni, possibile?, avvolti nei malanni di stagione. Lezioni a distanza, sul pc, per chi l’aveva, o sul telefonino, collegamenti altalenanti, valutazioni sommarie, in penombra. Prive di relazioni e contatti che rimangono lo squarcio formativo primario rispetto al sapere nozionistico. Ecco. Ci basterebbe che gli esami di questi giorni servissero come sacrificio necessario per far sì che un modello organizzativo emergenziale del genere non si ripresenti mai più. Preparando, da ora, la scuola della ripresa. Che ha rischiato di essere invasa da postazioni in plexiglass, per dire quanto l’approssimazione prevalga sul pedagogismo di Maria Tecla Artemisia Montessori. Che nel modello educativo aveva di scegliere il lavoro assecondando il proprio istinto.
Lo giriamo ai prossimi diplomati, ai quali consigliamo di mettersi alle spalle l’esperienza 2020 un’ora dopo la pubblicazione delle valutazioni. Questi giovani dovranno scegliere il da farsi e purtroppo le superiori sono ancora scarne nel donare l’esprit necessario. Molti piegheranno verso l’Università. Che risente del calo di matricole. Il virus c’entra un po’. Il distanziamento dai “mestieri” che servono e l’affollamento di corsi inutili sono i problemi di sempre. Covid o non covid.

MAURIZIO GUANDALINI

Articoli Correlati
Opinioni