Meteo
 


Spettacoli

Lezioni shakespeariane al Teatro Carignano

Teatro Torino

TORINO Al via da domani le “Lezioni shakespeariane” nell’ambito di Summer Plays, la stagione organizzata al Teatro Carignano da Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale e TPE - Teatro Piemonte Europa

Fino al 30 luglio, sette registi di generazioni diverse racconteranno, con l’aiuto pratico di alcuni attori le scene più celebri di altrettanti capolavori di Shakespeare, la straordinaria attualità della sua scrittura.

Il primo appuntamento è programmato domani, giovedì 18 giugno, alle 18.30, con Fausto Paravidino che presenterà insieme a Valerio Binasco “I due gentiluomini di Verona” di William Shakespeare.

«Mi ero dimenticato - spiega Fausto Paravidino - de “I due gentiluomini di Verona”. Me lo fece riscoprire René Girard che partiva da lì per il suo bel libro su Shakespeare e l’invidia. Cominciai a studiare la commedia e ad usarla nei laboratori di recitazione e di drammaturgia perché vi si prestava molto bene proprio perché è poco frequentata: non ci sono passati sopra i preraffaelliti, il Romanticismo, la Prof. di inglese, Verdi, il cinema. Quando leggiamo “I due gentiluomini di Verona” lo leggiamo davvero per la prima volta. E così abbiamo l’opportunità di vedere che tipo è Shakespeare, il giovane Shakespeare in questo caso. È una commedia semplicissima, con una comicità somara come non mai e con un cuore grandissimo. C’è tutto quello che c’è in Shakespeare: innamorati che amano se stessi, servi tonti, ricchi sbruffoni, ragazze coraggiose che si travestono, amori non corrisposti, anelli e lettere, foreste nelle quali ritrovarsi, scale di corda, briganti dal cuore d’oro, geografie di un’Italia inventata, padri padroni, tradimenti e perdoni. Parla di amore e di amicizia. Di come è difficile essere umani. Di come potrebbe essere bellissimo».

I prossimi incontri delle Lezioni shakespeariane saranno con Marco Lorenzi, “Otello” (25 giugno); Valerio Binasco, “Amleto” (2 luglio); Silvio Peroni, “Molto rumore per nulla” (9 luglio); Gabriele Vacis, “Romeo e Giulietta” (16 luglio); Filippo Dini, “Enrico VI” (23 luglio) ed Elena Gigliotti, “La bisbetica domata” (30 luglio).

METRO

Articoli Correlati
Spettacoli