Meteo
 


Fatti&Storie

“Aule chiuse? Grande occasione per la scuola”

COVID19/SCUOLA2

ROMA «Quando questa emergenza sarà passata, la scuola italiana ne uscirà rafforzata, perché studenti e docenti avranno imparato a usare le nuove  tecnologie per la didattica». ne è convinto Antonello Giannelli, presidente dell’Anp - Associazione Nazionale Presidi.

Ieri è partita la didattica a distanza in molte scuole. Può fare un primo bilancio, anche sulla base dell’esperienza nelle zone rosse?
«Diciamo che è prematuro, non abbiamo dati. Ma posso dire che in base ai contatti che ho con i presidi sento un grande fermento. Docenti e studenti si sono ingegnati e dove non è ancora partita la didattica a distanza, comunicano  via WhatsApp, chat  o email».

Cosa accadrà ai programmi se la chiusura delle scuole dovesse continuare per altre settimane?
«Sicuramente a lunga scadenza è necessario un ripensamento in termini culturali e pedagogici dei percorsi formativi, ma non mi preoccuperei troppo delle settimane perse. Quello che conta non è la quantità delle nozioni ingurgitate, ma la capacità di fare collegamenti tra le nozioni. E tre o 4 settimane di scuola  non possono fare danni».

VALERIA BOBBI

Fatti&Storie